AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC

Titolo V Difensore Civico


Art.46
Nomina

1) E' costituito nel Comune di Nicolosi il ruolo di difensore civico. Il difensore civico è un organo individuale.

2) Il difensore civico è scelto tra persone residenti nel Comune di comprovata autorità e integritàche abbiano una maturata esperienza nel campo della tutela dei diritti e che diano ampia garanzia di indipendenza e competenza amministrativa.

3) Viene eletto dal consiglio comunale con la maggioranza qualificata dei 4/5 e a scrutinio segreto sulla base di una rosa di candidati espressa dagli strumenti di partecipazione popolare

(assemblea dei cittadini, anche di quartiere, consulte, libere associazioni di cittadini, ecc...)o, in mancanza su iniziativa del consiglio comunale con il coinvolgimento obbligatorio delle forze sociali presenti nel Comune.

4) Il difensore civico resta in carica 5 anni ed è rieleggibile una sola volta.

5) E' competente su tutte le materie che investono direttamente o indirettamente l'attività amministrativa del Comune. L'incarico di difensore civico è a titolo gratuito

Art.47
Incompatibilità e decadenza

1) Non può assolvere la funzione di difensore civico:

a) chi si trova in condizione di ineleggibilità alla carica di consigliere comunale;

b) i parlamentari nazionali e regionali, i consiglieri provinciali e comunali, e gli assessori ai vari livelli;

c) i membri degli organismi direttivi dei partiti.

2) Il difensore civico decade per le stesse cause per le quali si perde la qualità di consigliere o per sopravvenienza di una delle cause indicate nel comma precedente.La decadenza è pronunciata dal consiglio su proposta di uno dei consiglieri comunali.

3) La causa di ineleggibilità è rimossa allorché gli interessati cessino dalle rispettive funzioni almeno 180 giorni prima della deliberazione di nomina del difensore civico.

Art.48
Revoca

1) L'operato del difensore civico è sottoposto a procedura di verifica e di controllo da parte dei cittadini. A causa di inadempienze del difensore civico nell'esercizio delle proprie funzioni, è facoltà dei cittadini richiedere un apposito referendum per proporne la revoca.

2) Il difensore civico può essere altresì revocato dall'ufficio con deliberazione motivata e con maggioranza di 4/5 e a scrutinio segreto, dal consiglio comunale, per gravi inadempienze ai doveri di ufficio.

Art.49
Mezzi e prerogative

1) L'ufficio del difensore civico ha sede presso idonei locali messi a disposizione dall'Amministrazione comunale, dotati di attrezzature di ufficio e di quanto altro necessario per il buon funzionamento dell'ufficio stesso.

2) Il difensore civico può intervenire, su richiesta dei cittadini singoli o associati o di propria iniziativa, presso l'amministrazione comunale, le aziende speciali, le istituzioni, i concessionari di servizi, le società che gestiscono servizi pubblici nell'ambito del territorio comunale, per accertare che il procedimento  amministrativo abbia regolare corso  e che gli atti siano correttamente e tempestivamente emanati e che siano rispettate le norme previste dal presente statuto.

3) A tal fine può convocare il responsabile del servizio interessato e richiedere documenti, notizie, chiarimenti, senza che possa essergli opposto il segreto d'ufficio.

4) Può altresì proporre di esaminare congiuntamente la pratica nei termini prefissati.

5) Acquisite tutte le informazioni utili, le rassegna al cittadino che ne ha richiesto l'intervento; intima, in caso di ritardo, agli organi competenti a provvedere entro periodi temporali definiti; segnala agli organi sovraordinati le disfunzioni, gli abusi e le carenze riscontrate;

6) L'Amministrazione ha obbligo di specifica motivazione se il contenuto dell'atto additando non recepisce i suggerimenti del difensore civico, che può altresì chiedere il riesame della decisione qualora ravvisi irregolarità o vizi procedurali. Il sindaco è comunque tenuto a porre la questione all'ordine del giorno.